La giostra della fantasia

La giostra della fantasia

19923_943448302408696_3751904879957122489_n G.F (2)

“Raggi di luna”, un progetto che mancava…

Elisa Provinciali

Una realtà presente da diversi anni sul nostro territorio, “La giostra della fantasia”, ha sviluppato un progetto ludico specificamente dedicato ai bimbi affetti da disturbi dello spettro autistico: tale definizione precisa appunto che l’autismo non è una malattia, non vi è cura e non si guarisce, ma una sindrome complessa e multiforme, infatti non tutti gli individui che ne sono affetti sono uguali: ricordate “Rain man”, con Dustin Hoffman, commovente e realistico? Ma altri individui possono avere Q.I. addirittura superiore alla norma: vi sono bimbi che dicono mamma ed altri che neppure parlano. La scienza ancora non ha raggiunto la sicurezza sulle cause del disturbo, genetiche ma anche causali, un trauma, un’infezione. Di sicuro invece possiamo dire che la socializzazione, il gioco, l’attenzione delicata sono positive per consentire ai bambini autistici di acquisire le abilità necessarie a vivere bene con sé e con gli altri.

Il progetto “Raggi di luna” prevede attività sportive, come la pratica dello Judo, (Polisportiva Palmaro – maestro Franco Baldin),e l’avvicinamento alla vela, a cura dell’ASDPS Sapello, che ha acquisito una lunga esperienza con bambini e ragazzi affetti da disabilità di vario tipo, seguiti dal maestro Davide Galletti, giovane, abile nello sport e molto empatico con i piccoli allievi, tutti i venerdì pomeriggio, a partire da novembre.

La navigazione a vela appare appropriata, poiché il disturbo molto spesso si accompagna ad una iper-sensorialità, che il silenzio e lo sciabordio dell’acqua possono sedare…e consente un contatto molto intimo con gli strumenti ( timone, scafo, cime, drizze e vele), dal potere gratificante.

Infine, sono previste uscite mensili, anche con i genitori, la prima di queste e’ il “Museo della carta” a Mele, che dispone di spazi laboratorio, ove sperimentare ed esercitare la manualità.

SuPra’tutto seguirà l’andamento dell’attività, in particolare tramite la Sapello, della quale abbiamo spesso parlato a proposito della sua vocazione all’apprendimento sportivo senza barriere, e si augura una positiva riuscita, per il benessere dei bambini coinvolti.

Lettera da “I trentini”

Lettera da “I trentini”

olga dream (2)

Nonostante si sia già parlato della regata sul Garda, pubblichiamo questo breve resoconto che i nostri antagonisti e padroni di casa, “i trentini”, hanno voluto gentilmente inviarci.Questo perchè l’amicizia ed il confronto con sportivi così diversi arricchisce e valorizza gli equipaggi Praesi.Navigando sul Dream.Anche quest’anno il Gruppo Vela di Malcesine non ha mancato al suo classico appuntamento con la regata di fine estate. In una splendida giornata di sole il 20 settembre scorso si è svolto il 6° Trofeo annuale Fraglia Vela di Malcesine la cui originalità sta nel fatto che ad esso partecipano anche equipaggi che solitamente navigano sul mare e non sulle acque più tranquille di un lago. Mi riferisco agli amici di Genova- Pra’ che sanno mettere a dura prova i naviganti di acqua dolce, rendendo così più stimolante e accattivante la competizione. Solo quest’anno infatti un equipaggio del Gruppo Vela di Malcesine è riuscito a strappare con determinazione il primo posto ai velisti liguri, che hanno comunque conquistato sia il secondo che il terzo posto.La partenza della regata inizialmente programmata per le ore 14.30, è stata anticipata alle ore 12,00 e così la gara si è svolta sotto i soffi del vento proveniente da nord, il Peler, dall’intensità non sempre costante. Tutti i gareggianti hanno mostrato competenza, abilità e grande entusiasmo. Per il Gruppo Vela di Malcesine il prossimo sarà un anno importante. Si avvieranno alla conclusione i lavori di allestimento del nuovo molo, con pontile galleggiante di ormeggio ed imbarco, che ci consentirà di praticare questo sport con maggior sicurezza e fruibilità.A nome di tutti ringrazio gli amici di Genova- Pra’ per la preziosa e costante collaborazione che costituisce uno stimolo per il potenziamento del nostro gruppo.
Una velista trentina
Olga Tranquillini

 

Fraglia di malcesine

FRAGLIA DI MALCESINE: Dreams Contest 29.8.2015

La regata di cui si aveva prannunciato da queste colonne il prossimo svolgimento, ha avuto luogo nell’ultima, soleggiata domenica di fine estate, con un felice esito per gli equipaggi praesi della nostra “Sapello”.Essi hanno, infatti , confermato le loro performances delle passate edizioni.

Sempre sul podio, quindi, medaglia d’argento e di bronzo. “Questa volta, sportivamente, siamo contenti per aver visto al primo posto i padroni di casa…non era ancora accaduto sinora, era giusto che, prima o poi, toccasse ai trentini la vittoria! Da notare che vi era un pari merito al punteggio, ma prima assoluto risulta poi l’imbarcazione che, in tempo reale, conclude davanti a tutti la terza ed ultima prova”, così si sono espressi gli istruttori Michele e Davide.

Oltre alla bellezza del campo di regata, il lago di Garda su cui si specchiano severe montagne, percorso da innumerevoli imbarcazioni, abbiamo apprezzato la sempre ottima organizzazione e l’amicizia che ci lega a questi equipaggi, una decina, provenienti anche da La Spezia e Verona, che ogni anno si consolida…sana competizione attorno alle boe, ma festa e solidarietà nei momenti della cena , seguita dalla premiazione, con la promessa di arrivederci al prossimo anno.

Un ultima annotazione riguarda un folto gruppo di giovanissimi atleti di “Optimist”, che hanno regatato appena prima dei Dreams: ebbene, è stato ammirevole apprezzare la disciplina,la disinvoltura, l’autonomia di questi atleti, nell’armare, condurre e riporre le loro barchette, esempio vivo di quanto la pratica della vela sia formativa e preziosa, sin da piccolissimi.